IL PETLOSS: Il dolore per la morte del nostro animale domestico

postato in: Senza categoria | 0

imagesUY0MBV2FDato l’intenso legame che la maggior parte di noi condivide con il proprio animale domestico, è naturale sentirsi disorientati e devastati da dolore e tristezza quando esso muore.

Per molte persone, un animale domestico non è “solo un cane” o “solo un gatto”, ma un membro della propria famiglia.

La società in generale spesso non dà al proprietario di animale che ha subito la perdita “il permesso” di soffrire apertamente, ma nonostante alcune persone non comprendano la profondità del sentimento che lega un padrone al proprio animale, coloro che stanno vivendo questo lutto non devono mai sentirsi colpevoli, isolati o vergognarsi del dolore che accompagna la perdita del loro amico.

Da molto tempo ormai gli psicologi hanno riconosciuto che il dolore patito dai proprietari di animali dopo la morte del loro animale (il pet loss) è lo stesso che viene sperimentato dopo la morte di una persona. La morte di un animale significa la perdita di una fonte di amore che non giudica. Gli animali sono capaci di donare amore incondizionato, intenso, appagante e simbiotico.

Pur sapendo che essi vivono per un periodo limitato, molto inferiore al nostro, non c’è modo di prepararsi alla loro perdita.

Secondo gli psicologi per molti di noi non esiste differenza tra il lutto per la perdita di una persona cara e quella del nostro animale domestico. Sentirsi triste e spaventato è una reazione normale e non bisogna vergognarsi di questo. Ignorare il dolore o trattenerlo per paura di non essere accettati potrà solo peggiorare il nostro senso di frustrazione.

Uno degli aspetti che può rendere il lutto per la morte di un animale domestico così difficile è che il dolore per questa perdita non è compreso da tutti. Alcune persone ci diranno “Qual è il problema? È solo un animale!” “Puoi sempre prenderne un altro!”, esse non possono capire ciò che stiamo passando perché non hanno un animale domestico, o semplicemente perché non sono in grado di apprezzarne la compagnia e l’amore può regalare.

E’ quindi fondamentale non discutere con gli altri se il vostro dolore sia appropriato o meno, raccogliete i vostri ricordi in un diario o le foto in un album, cercate conforto tra coloro che hanno condiviso lo stesso amore per il vostro amico oppure persone che stanno vivendo un momento simile o lo hanno vissuto.

Confrontarsi con coloro in grado di comprendere la nostra perdita può essere di conforto ed aiuto e soprattutto, ricordatevi che ogni lutto è personale, ognuno ha i suoi tempi e non esiste un tempo limite né qualcuno che possa dirvi o insegnarvi se sia più o meno giusto soffrire.